Home Page Alpinismo & Escursionismo Gita in Dolomiti-Brais (16-17/07/2011) - Relazione
Gita in Dolomiti-Brais (16-17/07/2011) - Relazione

Bella esperienza (e non ci potevano esser dubbi) in Dolomiti: la val di Braies ci accoglie nel primo pomeriggio di sabato, esordiamo con una sgambata pomeridiana attorno all’incantevole lago nel quale si specchia l’inconfondibile parete (nord) della Croda del Becco.

 

Il mattino seguente partiamo di buon’ora dallo stesso lago, costeggiandolo brevemente (est) ed imboccando il sentiero 58 che traversa un bosco e risale quindi un ghiaione verso un canalino, sotto l’imponente Torre del Signore. Siamo alla testata della valle, ora verso destra, prendiamo la cengia che traversa sopra degli strapiombi e ci porta sul Grande Apostolo che domina dall’alto il lago di Braies.

 

Perdiamo leggermente quota inoltrandoci tra i mughi di un vallone, infine raggiungiamo la Sella di Lavina Bianca. Scolliniamo e scendiamo sul ghiaione del versante opposto traversando per un bel tratto, quindi con continui e ripidi zig-zag, ci portiamo alla Forcella del Camoscio: il gruppo si divide tra chi sale in vetta al Sasso Cavallo e chi procede (in discesa) nell’amena valle che sussegue ai ghiaioni.

 

Una bella discesa tra mughi e quindi larici e con avvistamenti di camosci su entrambi i lati della Val Casera (Kaserbachtal), ci riporta rapidamente (o quasi) a Prato Ponticello, dove concludiamo l’escursione ringraziando il buon Albuin, la guida che ci ha accompagnato.

 

Scarica tutti i dettagli dell'escursione